Discussioni sul sistema operativo Linux
 

archlinux su raspberry PI, oppure?
1 | 2 |

MaxAdamo 16 Ott 2015 13:51
fino a oggi ero un utente felice di ubuntu-mate per raspberry, senonche',
ho ricevuto la cattiva notizia che sulla versione per raspberry
do-release-upgrade fallisce miseramente: la comunicazione arriva
dai maintainer quindi ci devo credere.
E purtroppo se la distro e' vecchia, i pacchetti diventano vecchi e non piu'
aggiornabili.

Che fare?
- backup e reinstallazione ogni 6 mesi? (ma anche no: non ho ne il tempo ne
la voglia)
- vi risulta che archlinux sia versionless?
- raspbian l'ho controllata ed ha la stessa caratteristica di Debian che non
me la fa piacere
- altro?
Andrea D'Amore 16 Ott 2015 14:13
On 2015-10-16 11:51:43 +0000, MaxAdamo said:

> E purtroppo se la distro e' vecchia, i pacchetti diventano vecchi e non piu'
> aggiornabili.
> Che fare?
> - backup e reinstallazione ogni 6 mesi? (ma anche no: non ho ne il tempo ne
> la voglia)

Potrebbero aggiustare il problema.

> - vi risulta che archlinux sia versionless?

Arch è senz'altro rolling release.

> - raspbian l'ho controllata ed ha la stessa caratteristica di Debian che non
> me la fa piacere

E qual è questa caratteristica?

--
Andrea
Max_Adamo 16 Ott 2015 18:13
Il Fri, 16 Oct 2015 14:13:40 +0200, Andrea D'Amore ha scritto:

> On 2015-10-16 11:51:43 +0000, MaxAdamo said:
>
>> E purtroppo se la distro e' vecchia, i pacchetti diventano vecchi e non
>> piu'
>> aggiornabili.
>> Che fare?
>> - backup e reinstallazione ogni 6 mesi? (ma anche no: non ho ne il
>> tempo ne
>> la voglia)
>
> Potrebbero aggiustare il problema.

Ci spero. Guarda qui cosa mi hanno risposto la prima e la seconda volta:
https://www.facebook.com/UbuntuMATEedition/posts/520258481462330


>> - vi risulta che archlinux sia versionless?
>
> Arch è senz'altro rolling release.

infatti... l'ho scoperto pomeriggio. E su Rasberry il setup è meno
seccante che sul PC: niente pacstrap e altre seccature simili.

>> - raspbian l'ho controllata ed ha la stessa caratteristica di Debian
>> che non
>> me la fa piacere
>
> E qual è questa caratteristica?

Debian può andar bene su un server aziendale (anzi va benissimo), ma sul
server di casa o sul desktop, di solito io vorrei software aggiornati con
una maggiore frequenza. So bene che esiste Debian Unstable, ma
paradossalmente debian unstable ha versioni di software più vecchie di
quelle presenti in Mint e Ubuntu, ma è al contempo più instabile. Mi
ricordo che facevi apt-get upgrade e si in*****avano i repository.
Ma va tutto bene, e giustamente, lo dicono pure loro: è unstable.
Solo che con Mint/Ubuntu, hai versioni più recenti dei software e non ho
mai riscontrato quel tipo di problemi.

--
Massimiliano Adamo
Max_Adamo 16 Ott 2015 18:35
Il Fri, 16 Oct 2015 16:13:09 +0000, Max_Adamo ha scritto:

> Mi ricordo che facevi apt-get upgrade e si in*****avano i repository.

mi spiego meglio: a volte i repository non venivano aggiornati in maniera
consistente, e mancavano le dipendenze di certi pacchetti che dovevano
essere aggiornati e dovevi aspettare qualche giorno fin quando non
mettevano a posto. Mi pare che succedeva non di rado...

--
Massimiliano Adamo
Andrea D'Amore 16 Ott 2015 22:12
On Fri, 16 Oct 2015 16:13:09 +0000, Max_Adamo wrote:

> Ci spero. Guarda qui cosa mi hanno risposto la prima e la seconda volta:
> https://www.facebook.com/UbuntuMATEedition/posts/520258481462330

Mmm, qualsiasi cosa sia il "mismatch between kernel and Raspberry PI
firmware".

> Debian può andar bene su un server aziendale (anzi va benissimo), ma sul
> server di casa o sul desktop, di solito io vorrei software aggiornati
> con una maggiore frequenza.

A parte la questione unstable io non sento tanto questa necessità, cioè
non mi capita quasi mai volere funzioni bleeding edge.
Gli upgrade di Debian sono ben schedulati, che vuol dire che non devi
fare dist-upgrade ogni 6 mesi, le patch di sicurezza ci sono comunque.
Se proprio mi serve qualcosa che manca, tipo netatalk 3, compilo da
sorgente e istallo con stow.

Se dovessi andare su un sistema linux diverso andrei su Arch perché ABS è
il build system che trovo più naturale. Portage mi risulta farraginoso
ogni volta che provo a farmelo piacere, eppure me ne parlano benissimo.


> Solo che con Mint/Ubuntu, hai versioni più recenti dei software e non ho
> mai riscontrato quel tipo di problemi.

Dipende se quelle versioni più recenti ti servono, in fin dei conti che
ci fai girare su questo RPi?

La soluzione comunque è semplice <https://www.raspberrypi.org/blog/tag/
bsd/> ;-)

--
Andrea
Max_Adamo 17 Ott 2015 01:55
Il Fri, 16 Oct 2015 20:12:08 +0000, Andrea D'Amore ha scritto:

> On Fri, 16 Oct 2015 16:13:09 +0000, Max_Adamo wrote:
>
>> Ci spero. Guarda qui cosa mi hanno risposto la prima e la seconda
>> volta: https://www.facebook.com/UbuntuMATEedition/posts/520258481462330
>
> Mmm, qualsiasi cosa sia il "mismatch between kernel and Raspberry PI
> firmware".
>
>> Debian può andar bene su un server aziendale (anzi va benissimo), ma
>> sul server di casa o sul desktop, di solito io vorrei software
>> aggiornati con una maggiore frequenza.
>
> A parte la questione unstable io non sento tanto questa necessità, cioè
> non mi capita quasi mai volere funzioni bleeding edge.
> Gli upgrade di Debian sono ben schedulati, che vuol dire che non devi
> fare dist-upgrade ogni 6 mesi, le patch di sicurezza ci sono comunque.
> Se proprio mi serve qualcosa che manca, tipo netatalk 3, compilo da
> sorgente e istallo con stow.
>
> Se dovessi andare su un sistema linux diverso andrei su Arch perché ABS
> è il build system che trovo più naturale. Portage mi risulta farraginoso
> ogni volta che provo a farmelo piacere, eppure me ne parlano benissimo.

nel frattempo ho già installato Arch :) Tutto bleeding edge come voglio io
sul server domestico e a parte la fase di configurazione iniziale non mi
posso lamentare più di tanto.
portage non lo voglio nemmeno sentire nominare :) Non ho tempo per
impostare flag, compilare e ricompilare. Ho già dato.
E sul desktop per il momento continuo a usare la variante ubuntu-gnome con
gnome 3.

>> Solo che con Mint/Ubuntu, hai versioni più recenti dei software e non
>> ho mai riscontrato quel tipo di problemi.
>
> Dipende se quelle versioni più recenti ti servono, in fin dei conti che
> ci fai girare su questo RPi?

con alcuni software me ne posso fregare abbastanza: openvpn mi andrebbe
bene anche se fosse meno bleeding edge, e magari sarebbe anche essere più
stabile e sicuro. Lo stesso con il sever dhcp, il dns...

Ma ad esempio: prima ci facevo girare il demone 'deluge' (successivamente
rimpiazzato con rtorrent perché deluge su raspberry usa troppa cpu), ho
controllato raspbian prima di installare la distro, ho notato subito che
c'era una versione vecchia di un annetto e mi sono detto: "perfetto,
funziona esattamente come debian: tenetevela".
E' vero che per quel particolare programma, avrei potuto prendere il
pacchetto altrove. Ma chi me la fa fare? E comunque sarebbe lo stesso con
qualsiasi altro programma.

> La soluzione comunque è semplice <https://www.raspberrypi.org/blog/tag/
> bsd/> ;-)

lo ammetto candidamente: ho poca esperienza con quei sistemi.

--
Massimiliano Adamo
Max_Adamo 17 Ott 2015 02:06
Il Fri, 16 Oct 2015 23:55:56 +0000, Max_Adamo ha scritto:

> nel frattempo ho già installato Arch :)

ecco perché o*****, fare il backup dei ******* di configurazione, reinstallare
e poi ripristinare.
Ho fatto il backup della partizione con il tool partclone, ho anche fatto
un tar di /etc, /var/lib/bind, qualche altra cosa, ma mi sono dimenticato
che avevo pure un PXE server in /var/lib/tftp...blahblah....

Adesso mi tocca estrarre l'immagine con partclone, tirare fuori i *******
per poi scoprire che mi sarò dimenticato ancora qualche altra cosa....


--
Massimiliano Adamo
Alessandro Pellizzari 17 Ott 2015 10:58
Il Fri, 16 Oct 2015 16:13:09 +0000, Max_Adamo ha scritto:

> So bene che esiste Debian Unstable, ma
> paradossalmente debian unstable ha versioni di software più vecchie di
> quelle presenti in Mint e Ubuntu, ma è al contempo più instabile.

Innanzitutto non devi usare unstable, ma testing. È in "ritardo" rispetto
ad unstable di un paio di settimane, ma i pacchetti sono un po' più
testati.

Poi, onestamente non mi è praticamente mai capitato che Ubuntu stable
avesse pacchetti più aggiornati di Debian Testing, se non quelli scaricati
dai ppa, ma allora tanto vale aggiungere i ppa a Debian e hai le stesse
cose, con la stessa sicurezza (nessun controllo da parte della distro.
Sono pacchetti di terzi).

Questo per quanto riguarda i server. Per il desktop è un altro discorso,
ma da un po' sono passato a Ubuntu su desktop e Debian su server apposta.

Bye.
Max_Adamo 17 Ott 2015 11:22
Il Sat, 17 Oct 2015 08:58:16 +0000, Alessandro Pellizzari ha scritto:

> Poi, onestamente non mi è praticamente mai capitato che Ubuntu stable
> avesse pacchetti più aggiornati di Debian Testing, se non quelli
> scaricati dai ppa, ma allora tanto vale aggiungere i ppa a Debian e hai
> le stesse cose, con la stessa sicurezza (nessun controllo da parte della
> distro. Sono pacchetti di terzi).

allora è probabile che raspbian corrisponda a una stable

--
Massimiliano Adamo
Andrea D'Amore 17 Ott 2015 13:12
On 2015-10-17 08:58:16 +0000, Alessandro Pellizzari said:

> ma da un po' sono passato a Ubuntu su desktop e Debian su server apposta.

Giusto per avere un ambiente più omogeneo non ti converrebbe usare una
Ubuntu LTS su server?
In realtà non ho molto l'idea di quanto sia differente Ubuntu da Debian.

--
Andrea
Alessandro Pellizzari 17 Ott 2015 13:36
Il Sat, 17 Oct 2015 13:12:43 +0200, Andrea D'Amore ha scritto:

> Giusto per avere un ambiente più omogeneo non ti converrebbe usare una
> Ubuntu LTS su server?
> In realtà non ho molto l'idea di quanto sia differente Ubuntu da Debian.

Quasi per nulla differente, a livello configurazione di un server, ma mi
fido di più della qualità di Debian per quanto riguarda sicurezza e
stabilità.

Bye.
Giovanni 17 Ott 2015 15:47
On 10/17/2015 01:36 PM, Alessandro Pellizzari wrote:
> Il Sat, 17 Oct 2015 13:12:43 +0200, Andrea D'Amore ha scritto:
>
>> Giusto per avere un ambiente più omogeneo non ti converrebbe usare una
>> Ubuntu LTS su server?
>> In realtà non ho molto l'idea di quanto sia differente Ubuntu da Debian.
>
> Quasi per nulla differente, a livello configurazione di un server, ma mi
> fido di più della qualità di Debian per quanto riguarda sicurezza e
> stabilità.


Fra Debin e U

Ciao
Giovanni
--
A computer is like an air conditioner,
it stops working when you open Windows.
< http://giovanni.homelinux.net/ >
Max_Adamo 17 Ott 2015 16:14
Il Sat, 17 Oct 2015 15:47:02 +0200, Giovanni ha scritto:

> On 10/17/2015 01:36 PM, Alessandro Pellizzari wrote:
>> Il Sat, 17 Oct 2015 13:12:43 +0200, Andrea D'Amore ha scritto:
>>
>>> Giusto per avere un ambiente più omogeneo non ti converrebbe usare una
>>> Ubuntu LTS su server?
>>> In realtà non ho molto l'idea di quanto sia differente Ubuntu da
>>> Debian.
>>
>> Quasi per nulla differente, a livello configurazione di un server, ma
>> mi fido di più della qualità di Debian per quanto riguarda sicurezza e
>> stabilità.
>
>
> Fra Debin e U

spiegamela. E' sicuramente colpa mia ma non l'ho capita.

La distanza tra Debian e Ubuntu è comunque la massima possibile:

$ python
Python 2.7.10 (default, Oct 14 2015, 16:09:02)
[GCC 5.2.1 20151010] on linux2
Type "help", "copyright", "credits" or "license" for more information.
>>> import Levenshtein as lev
>>> lev.distance('Ubuntu', 'Debian')
6
>>>

di più non si può.

--
Massimiliano Adamo
Enrico Bianchi 18 Ott 2015 11:32
On Fri, 16 Oct 2015 04:51:43 -0700, MaxAdamo wrote:

> - vi risulta che archlinux sia versionless?

Arch e` rolling da sempre, quindi si, e` versionless

> - altro?

Pidora, FreeBSD, Windows :P

Enrico
P.S. ma seriamente, usi raspberry come desktop?
Enrico Bianchi 18 Ott 2015 11:34
On Fri, 16 Oct 2015 16:13:09 +0000, Max_Adamo wrote:

> sul server di casa o sul desktop, di solito io vorrei software
> aggiornati con una maggiore frequenza

E` per questo motivo che sono passato a CentOS sui server e a Fedora sui
desktop ;)

Enrico
Enrico Bianchi 18 Ott 2015 11:35
On Sat, 17 Oct 2015 13:12:43 +0200, Andrea D'Amore wrote:

> In realtà non ho molto l'idea di quanto sia differente Ubuntu da Debian.

Sui server, la differenza importante e` il supporto esteso a 5 anni per
ogni versione rilasciata

Enrico
Piergiorgio Sartor 18 Ott 2015 11:39
On 2015-10-18 11:32, Enrico Bianchi wrote:
> On Fri, 16 Oct 2015 04:51:43 -0700, MaxAdamo wrote:
>
>> - vi risulta che archlinux sia versionless?
>
> Arch e` rolling da sempre, quindi si, e` versionless
>
>> - altro?
>
> Pidora, FreeBSD, Windows :P
>
> Enrico
> P.S. ma seriamente, usi raspberry come desktop?

Il 2 e` sicuramente all'altezza come CPU/RAM.

Il problema e` il disco: la scheda SD e` troppo
delicata (e forse lenta), l'USB spesso anche lento.

Consiglio di provare (sul 2) OpenElec... :-)

bye,

--

piergiorgio
Enrico Bianchi 18 Ott 2015 11:41
On Sun, 18 Oct 2015 11:39:13 +0200, Piergiorgio Sartor wrote:

> Il problema e` il disco: la scheda SD e` troppo delicata (e forse
> lenta),
> l'USB spesso anche lento.

Infatti spesso e volentieri conviene un Banana PI piuttosto che un
Raspberry PI...

Enrico
Max_Adamo 18 Ott 2015 13:02
Il Sun, 18 Oct 2015 09:32:42 +0000, Enrico Bianchi ha scritto:

> On Fri, 16 Oct 2015 04:51:43 -0700, MaxAdamo wrote:
>
>> - vi risulta che archlinux sia versionless?
>
> Arch e` rolling da sempre, quindi si, e` versionless
>
>> - altro?
>
> Pidora, FreeBSD, Windows :P
>
> Enrico P.S. ma seriamente, usi raspberry come desktop?

neanche per idea :)
server domestico: pxe, openvpn, dhcp, applicationi web....

--
Massimiliano Adamo
Max_Adamo 18 Ott 2015 13:08
Il Sun, 18 Oct 2015 11:39:13 +0200, Piergiorgio Sartor ha scritto:


>> Enrico P.S. ma seriamente, usi raspberry come desktop?
>
> Il 2 e` sicuramente all'altezza come CPU/RAM.

ho il 2, ma non lo uso come desktop

> Il problema e` il disco: la scheda SD e` troppo delicata (e forse
> lenta), l'USB spesso anche lento.

> Consiglio di provare (sul 2) OpenElec... :-)

usi Kodi su un computer con un po' più di potenza.

--
Massimiliano Adamo
Max_Adamo 18 Ott 2015 13:09
Il Sun, 18 Oct 2015 09:41:10 +0000, Enrico Bianchi ha scritto:

> On Sun, 18 Oct 2015 11:39:13 +0200, Piergiorgio Sartor wrote:
>
>> Il problema e` il disco: la scheda SD e` troppo delicata (e forse
>> lenta),
>> l'USB spesso anche lento.
>
> Infatti spesso e volentieri conviene un Banana PI piuttosto che un
> Raspberry PI...

ho scoperto a mie spese che Raspberry PI 2 è l'unico a non avere la
Gigabit Ethernet :(

--
Massimiliano Adamo
Piergiorgio Sartor 18 Ott 2015 13:27
On 2015-10-18 13:08, Max_Adamo wrote:
[...]
>> Consiglio di provare (sul 2) OpenElec... :-)
>
> usi Kodi su un computer con un po' più di potenza.

Basta il RPi2, e` sufficiente per tutti gli usi
multimediali.

L'unica limitazione, se cosi` si puo` dire, e` per
i ******* MPEG-2 HD, nel cui caso si dovrebbe comprare
la licenza (qualche Euro) per il codec HW.
D'altro canto, oggigiorno, in HD e` quasi tutto h264.
Il decoder e`, ovviamente, HW supported...

Il RPi2 supporta CEC che consente di usare Kodi
tramite il telecomando del TV (se supporta CEC anche
lui, ma con i TV moderni e` spesso il caso).
Quindi, non serve ne` tastiera ne` mouse ne` pad...

E pare sia l'unico a supportare CEC, in intel/AMD non
se ne parla e neanche in Nvidia.

bye,

--

piergiorgio
SysAdmin 18 Ott 2015 14:02
Ciao a tutti!
Su Rpi1 ci faccio girare OPENELEC tranquillamente riproducendo anche h264 a
1080p.
Il limite sono gli h265 che sono irriproducibili.
Qualcuno ha provato h265 su rpi2 e OpenElec ? Sembra che sui forum della distro
raccomandino CPU Intel Core i.
Grazie.
Piergiorgio Sartor 18 Ott 2015 14:15
On 2015-10-18 14:02, SysAdmin wrote:
> Ciao a tutti!
> Su Rpi1 ci faccio girare OPENELEC tranquillamente riproducendo anche h264 a
1080p.
> Il limite sono gli h265 che sono irriproducibili.
> Qualcuno ha provato h265 su rpi2 e OpenElec ? Sembra che sui forum della
distro raccomandino CPU Intel Core i.

Se ti riferisci ai video 4K, non funzionano sul RPi2.

bye,

--

piergiorgio
Max_Adamo 18 Ott 2015 14:28
Il Sun, 18 Oct 2015 13:27:44 +0200, Piergiorgio Sartor ha scritto:

> On 2015-10-18 13:08, Max_Adamo wrote:
> [...]
>>> Consiglio di provare (sul 2) OpenElec... :-)
>>
>> usi Kodi su un computer con un po' più di potenza.
>
> Basta il RPi2, e` sufficiente per tutti gli usi multimediali.

mi metti una pulce nell'orecchio. L'aspetto interessante è che il raspberry
consuma solo 5 Watt, è molto piccolo.... lo sappiamo...
Un collega però mi disse (riporto le sue parole): "ci sono problemi con
gli addon".
A me risulta che gli addon siano scritti in python, quindi non capisco
come possono esserci problemi.
A te risultano problemi con degli addon?

> L'unica limitazione, se cosi` si puo` dire, e` per i ******* MPEG-2 HD, nel
> cui caso si dovrebbe comprare la licenza (qualche Euro) per il codec HW.
> D'altro canto, oggigiorno, in HD e` quasi tutto h264.
> Il decoder e`, ovviamente, HW supported...

la decina di euro sarebbe l'ultimo dei problemi se tutto funziona a
dovere.

> Il RPi2 supporta CEC che consente di usare Kodi tramite il telecomando
> del TV (se supporta CEC anche lui, ma con i TV moderni e` spesso il
> caso).
> Quindi, non serve ne` tastiera ne` mouse ne` pad...
>
> E pare sia l'unico a supportare CEC, in intel/AMD non se ne parla e
> neanche in Nvidia.

Questa è una notizia interessante. Aggiungo che comunque ci sono
telecomandi che si possono far funzionare con Lirc. Pare che il Microsoft
Remote Control, funzioni out-of-the-box, ma ce ne sono anche altri.
Per il momento uso l'app di android, tastiera wireless e mouse.

--
Massimiliano Adamo
Piergiorgio Sartor 18 Ott 2015 14:55
On 2015-10-18 14:28, Max_Adamo wrote:
[...]
> mi metti una pulce nell'orecchio. L'aspetto interessante è che il raspberry
> consuma solo 5 Watt, è molto piccolo.... lo sappiamo...

In realta`, consuma la meta`... :-)
Dipende da cosa e` in funzione, mi pare che i
vari test dimostrino meno di 2W in stand-by
(che non e` poco) fino a 5W max.

> Un collega però mi disse (riporto le sue parole): "ci sono problemi con
> gli addon".
> A me risulta che gli addon siano scritti in python, quindi non capisco
> come possono esserci problemi.
> A te risultano problemi con degli addon?

No, non mi risulta nessun problema.
Da quello che so, bisogna stare attenti se
compri HW esterno, tipo un tuner DVB-T.
In questo caso, sia la compatibilita` SW,
che il consumo, devono essere presi in
considerazione.

Altra cosa riguardo il consumo: gli HDD
esterni (USB) possono essere un problema.
Conviene usare stato solido (USB/SSD)
oppure NFS :-)

D'altro canto, visto il costo, provare non
e` che sia cosi` proibitivo.

bye,

--

piergiorgio
Max_Adamo 18 Ott 2015 15:29
Il Sun, 18 Oct 2015 14:55:49 +0200, Piergiorgio Sartor ha scritto:

> No, non mi risulta nessun problema.
> Da quello che so, bisogna stare attenti se compri HW esterno, tipo un
> tuner DVB-T.

Uso un DVB della Sony senza Tuner. All'estero non prendo c*****i che mi
interessano. Ho configurato su Kodi l'au***** passhtrough, che consente di
far macinare l'au***** con DTS e roba varia al BDV.
Per la TV uso il ******* di Kodi pvr-iptvsimple e ricevo i c*****i in
streaming.

> In questo caso, sia la compatibilita` SW, che il consumo, devono essere
> presi in considerazione.
>
> Altra cosa riguardo il consumo: gli HDD esterni (USB) possono essere un
> problema. Conviene usare stato solido (USB/SSD)
> oppure NFS :-)

uso NFS da un nas.

> D'altro canto, visto il costo, provare non e` che sia cosi` proibitivo.

ci vorrà un attimo a provare. Appena finisco di riconfigurare pxe,
rtorrent, dhcp, e ubuntu-mate sarà diventato solo un ricordo, stacco l'HDMI
da una parte, lo attacco dall'altra ed e uso i comandi di Arch che ho
appena imparato: pacman -S kodi


ops.... già provato ad installare.... ma non ho visto ancora come
funziona.

NOTA BENE: un problema con un ******* l'ho trovato, ma con Arch ho risolto
in fretta. Uso il ******* kodi-addon-pvr-iptvsimple, che è scritto in C e
non era presente come pacchetto. Per fortuna Arch ha dei tool per
compilare dai sorgenti dei repository cosiddetti AUR.

--
Massimiliano Adamo
Piergiorgio Sartor 18 Ott 2015 16:45
On 2015-10-18 15:29, Max_Adamo wrote:
[...]
> NOTA BENE: un problema con un ******* l'ho trovato, ma con Arch ho risolto
> in fretta. Uso il ******* kodi-addon-pvr-iptvsimple, che è scritto in C e
> non era presente come pacchetto. Per fortuna Arch ha dei tool per
> compilare dai sorgenti dei repository cosiddetti AUR.

Secondo me, ti conviene OpenElec, con un
altro SD.

Dato che i plug-in sono gestiti da loro
(cosi` mi pare di aver capito, almeno),
sei sempre sicuro che funzionino.

bye,

--

piergiorgio
Andrea D'Amore 18 Ott 2015 17:20
On 2015-10-18 12:55:49 +0000, Piergiorgio Sartor said:

> Dipende da cosa e` in funzione, mi pare che i
> vari test dimostrino meno di 2W in stand-by
> (che non e` poco) fino a 5W max.

A intuito quello sarà il dato in idle più che in stand-by.

--
Andrea
Piergiorgio Sartor 18 Ott 2015 17:31
On 2015-10-18 17:20, Andrea D'Amore wrote:
> On 2015-10-18 12:55:49 +0000, Piergiorgio Sartor said:
>
>> Dipende da cosa e` in funzione, mi pare che i
>> vari test dimostrino meno di 2W in stand-by
>> (che non e` poco) fino a 5W max.
>
> A intuito quello sarà il dato in idle più che in stand-by.

Si, immagino che tu abbia ragione.

Tra l'altro mi pare di ricordare che lo stand-by
puro non sia facilmente realizzabile.

bye,

--

piergiorgio
Andrea D'Amore 18 Ott 2015 18:44
On 2015-10-18 09:32:42 +0000, Enrico Bianchi said:

> P.S. ma seriamente, usi raspberry come desktop?

RPi no ma una bella schedina con i.MX6 e 2GB di RAM non vi attira?
Se ci fossero con dual gigabit sarebbero bei router.

--
Andrea

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Discussioni sul sistema operativo Linux | Tutti i gruppi | it.comp.os.linux.sys | Notizie e discussioni linux | Linux Mobile | Servizio di consultazione news.